30 de novembre de 2007

NOTES BERLINESES (II)




"L'opera d'arte metafisica è quanto all'aspetto serena; dà però l'impressione che qualcosa di nuovo debba accadere in quella stessa serenità e che altri segni, oltre quelli già palesi, debbano subentrare sul quadrato della tela. Tale è il sintomo rivelatore della profondità abitata. Così la superficie piatta di un oceano perfettamente calmo ci inquieta non tanto per l'idea della distanza chilometrica che sta tra noi e il suo fondo quanto per tutto lo sconosciuto che si cela in quel fondo. Se così non fosse l'idea dello spazio ci darebbe solo la sensazione della vertigine come quando ci troviamo a grandi altezze."

GIORGIO DE CHIRICO 'Sull'arte metafisica' (1918)

1 comentari:

  1. Hola cosí! et retorno la visita de la sorprenent trobada. Ara seré jo qui navegui per les anterioritats del teu blog on espero coneixe´t una mica més. Fins aviat doncs

    ResponElimina